lunedì 22 agosto 2016

giovedì 18 agosto 2016

mercoledì 17 agosto 2016

sabato 13 agosto 2016

Il vento di mare

Su infiniti oceani ondeggia il vento di mare –
stende le sue ali nella notte e nel giorno,
s’innalza e si abbassa
sulla eterna ondeggiante distesa dei mari eterni.
Si avvicina l’alba
o si avvicina la sera
e il vento di mare sente sul suo viso – il vento di terra.

Le campane delle boe intonano canti mattutini e vespertini,
il fumo di una carboniera
o il fumo delle pece fenica svapora agli orizzonti,
una medusa solitaria ondeggia eterna con radici turchine e lucenti.
Si avvicina l’alba o la sera.

Harry Martinson 


Heavenly blessing | photo by Cywphotography | http://ift.tt/2aXV9tr 

venerdì 12 agosto 2016

     DOPO LE FESTE


    E quando tutti se ne andavano
    e restavamo noi due soli
    tra bicchieri vuoti e posacenere sporchi,
    Com’era bello sapere che eri
    lì come l’acqua di uno stagno,
    sola con me sull’orlo della notte,
    e che duravi, eri più del tempo.
    Eri quella che non se ne andava
    perché uno stesso cuscino
    e uno stesso tepore
    ci avrebbero chiamato ancora
    a risvegliare il nuovo giorno,
    insieme, ridendo, spettinati.

    JULIO CORTÁZAR


photo by Diana Wong

giovedì 11 agosto 2016

Vieni
tu che sei mia,
nella mia notte.
Crea,
tu che sei mia,
la mia notte.
Quieta
questa quiete.
Calma
questa calma.
Annega
questa morta.
Allarga
questa stanza.
Abbatti
questo muro.
Alza
questo cielo.
Dona pace
a queste ombre.
Falcia
questa pioggia.
Rendi musica
queste lacrime.
Fai fiorire
queste mani.
Seppellisci
queste parole.
Guarisci
questi occhi.
Diventa
la mia notte. Sii
la mia notte.

                             Josip Pupacic


Born Again | photo by william patino | http://ift.tt/2aN6rDg

lunedì 8 agosto 2016

Una sola volta

Una sola volta compresi lo scopo della vita.
Accadde a Boston, inaspettatamente.
Camminavo lungo il Charles
e vidi le luci duplicarsi, tutte
con il cuore al neon e vibrante,
spalancando la bocca come cantanti d
opera;
e contai le stelle, le mie piccole veterane,
cicatrici fiorite, e capii che stavo portando
il mio amore sulla sponda verde notturna, e in lacrime
aprii il cuore alle auto dirette a est e a ovest
e feci passare un ponticello alla mia verità
e la condussi a casa in fretta col suo fascino
e fino allalba accumulai queste costanti
per scoprire poi che se nerano andate. 


Anne Sexton


Plum Dusk | photo by Dustin Montgomery | http://ift.tt/2aTIF8m